LA MOSTRA SARA' APERTA DAL 15 GIUGNO AL 15 LUGLIO

"Pace e Amore"

Italian Selection for Expo 2020 Dubai - Abu Dhabi

PERSONALI a cura di Giammarco Puntelli

dal 15 giugno al 15 luglio 2020 - opere di SERAFINO VALLA

date da destinarsi - opere di TIZIANO CALCARI

ORARI DI APERTURA DELLA MOSTRA:

dal lunedì al venerdì  10-12   e   15.30 - 17.30

Pace e Amore Italian Selection for Expo 2020 Dubai- Abu Dhabi, manifestazione ufficiale dell’esposizione universale, il cui commissario di mostra è Giammarco Puntelli, autore della Giorgio Mondadori per due collane editoriali e già direttore artistico di oltre trenta manifestazioni internazionali, parte dalla Liguria e in particolare da Ventimiglia.
L’Italian Selection for Expo 2020 si svolgerà attraverso quattro tappe.
La mostra collettiva di anteprima dei maestri selezionati è prevista ad Alassio nei prossimi mesi.
La seconda tappa sarà la presentazione del catalogo ufficiale alla Camera dei Deputati a Roma e l’epilogo saranno ben sei mesi di mostra ad Abu Dhabi sull’isola dei musei dove, ogni mese, saranno in mostra le opere di sedici artisti rigorosamente selezionati dal commissario e dalla commissione in modo tale che saranno circa settanta gli artisti e i maestri italiani che rappresenteranno il nostro Paese nel contesto dell’esposizione universale.

Accanto a queste tre tappe, una quarta, fondamentale, risultano essere le personali selezionate che costituiranno la miglior promozione per la manifestazione sul territorio italiano.
Teatro di tali personali saranno alcune città direttamente approvate dalla commissione: Ventimiglia, Laigueglia, Imperia, Massa, Anghiari, Siena, Fontanellato, Roma.

E si parte proprio dalla Liguria e da Ventimiglia.

Venerdì 6 marzo alle ore 12 sarà inaugurata ai Giardini Botanici di Villa Hanbury, a Ventimiglia, la personale di Serafino Valla, unico maestro storicizzato dell’evento in terra araba.

Sabato 7 marzo alle ore 12 sarà inaugurata al Museo MAR, Forte dell’Annunziata, a Ventimiglia, la personale di Emanuela De Franceschi, che presenterà una mostra sul tema del rapporto fra storie psicologiche e percorsi di vita.
 
Sabato 7 marzo alle ore 16 sarà inaugurata alla Chiesa di Sant’Agostino a Ventimiglia la personale di Franco Carletti, con le nuove tecniche e il nuovo ciclo del maestro su temi anche di carattere sociale.

Venerdì 27 marzo alle 18 sarà inaugurata al Maci, Museo Arte Contemporanea di Villa Faravelli, a Imperia, la personale di Franco Girondi, che ci porterà una ricerca di oltre cinquant’anni sul percorso della luce per un maestro presente in tanti musei italiani ed esteri.

Giovedì 2 aprile alle ore 12 sarà inaugurata ai Giardini Botanici di Villa Hanbury a Ventimiglia la personale di Tiziano Calcari, maestro internazionale che aveva già stupito con la sua ricerca in bilico fra surrealismo e metafisica in piazza Duomo a Expo 2015.

Ricordiamo che Pace e Amore ha avuto il patrocinio e la collaborazione con: Ministero Beni e Attività Culturali, Ambasciata Italiana del Regno del Marocco, Emirati Arabi Uniti, Ambasciata Turca Centro Culturale Yunus Emre, Centro Culturale Islamico d’Italia.

Accanto al Commissario Giammarco Puntelli partecipano a tale progetto: Laura Sacchetti, assistente del commissario e responsabile della comunicazione e del rapporto con gli artisti; Paolo Calcari, assistente del commissario e responsabile della location di Abu Dhabi; Riccardo Canini, direttore artistico delle immagini e del filmato che rappresenterà l’Italian Selection in terra araba; Fabio Fidone e Ivana Vio, responsabili del progetto di allestimento della preview italiana in Liguria.

GLI ARTISTI IN ESPOSIZIONE A PALAZZO HANBURY

SERAFINO VALLA (1919-2014), autodidatta, dotato di grande abilità nel disegno, ha vissuto dolorose esperienze nell’infanzia.
Negli anni Settanta la prima mostra personale a Luzzara, dove viene scoperto da Cesare Zavattini.
La sua attività artistica si intensifica, facendosi apprezzare, sia a livello nazionale che internazionale.
I documentari cinematografici La Ballada di Jean-Jacques Lagrange e Walter Marti (1980, Zurigo) e Lupi dentro di Raffaele Andreassi (1991, Roma) rappresentano momenti della sua vita e della sua arte. Negli anni ‘90 realizza molte sculture, tra queste anche una Via Crucis, in terracotta su formelle di legno.
Dal 2001, la sua autobiografia esistenziale è custodita presso l’Archivio Diaristico Nazionale a Pieve Santo Stefano, ad Arezzo.
Nel 2014, l’ultima mostra a Palazzo Bentivoglio di Gualtieri chiudeva la sua carriera.
Nel 2016 la prima retrospettiva al Palazzo Ducale di Sabbioneta. Poi la IV Mostra Internazionale d’Arte Naif e l’antologica a Rocca Flea, Gualdo Tadino.
Nel 2017 sue opere sono state esposte a Budapest, Lucca, Gualdo Tadino e Fratta Polesine.
Nel 2018 a Firenze, Anghiari e Vinci, nella direzione artistica Genius.
Il Codice della mente incontra l’Arte, nella Biennale Lake Como e in Pace e Amo- re a Roma, dirette dal professor Giammarco Puntelli.
È stata pubblicata l’intervista della curatrice personale del Maestro, la figlia Giuseppina Valla, nel volume Profili d’Artista dell’Editoriale Giorgio Mondadori. Sempre nel 2018 ricordiamo il progetto espositivo La semina come atto poetico al Museo Cervi, a Gattatico e a Stoccarda.
Le istituzioni hanno deciso che il Seminatore dipinto da Serafino Valla nel 1979, sarà quest’anno all’interno dell’esposizione universale in terra araba.
Nel 2019 a Sabbioneta, nel progetto Infinity Academy e la mostra personale a Massa, a cura di Annalisa Puntelli Sacchetti. Le mostre ad Assisi, Berlino e Tirana, con le mostre personali a Collecchio e Berlino nella direzione artistica internazionale de La Solitudine dell’Angelo e a Fratta Polesine dirette dal prof. Giammarco Puntelli.
Si è onorato il Maestro, il 6 ottobre, nel centenario della sua nascita, al Teatro Sociale di Luzzara, con la proiezione in prima nazionale del film artistico-biografico Pecore in transito.
Meditazione tra inconscio e presente. A Reggiolo, dove ha vissuto, gli è stato reso omaggio con la mostra Una vita per l’arte.
Valla è inserito nel Catalogo dell’Arte Moderna, nn. 52, 53, 54, 55 e sue opere sono recensite nei volumi Le Scelte di Puntelli, tutto edito dalla Giorgio Mondadori.

TIZIANO CALCARI vive la sua infanzia a Irma, un tranquillo paesino dell’alta Val Trompia.
Manifestatasi questa forte attitudine alle arti grafiche e pittoriche, decide di formarsi presso gli studi di pittori bresciani, ispirandosi tuttavia ai grandi classici.
Nel 1990 si presenta al pubblico con partecipazioni a concorsi dove riceve premi e onorificenze dalle giurie e consensi pieni dal pubblico e dalla critica.
Nel 2008 nasce la serie “Dolci Presenze”, che aumenta considerevolmente la fama dell’artista estendendola all’estero in mostre ed eventi di grande prestigio.
Si trova inoltre a calpestare le piazze delle capitali mondiali, da Berlino a New York, da Pechino a Parigi e Londra dove riscontra sempre un forte interesse da collezionismo e critica.
Nel 2014 viene contattato dal Prof. Giammarco Puntelli ad aderire ai suoi numerosi progetti prestigiosi di rilievo internazionale.
Nel gennaio 2017 Tiziano viene scelto per decorare con i suoi quadri le sale di Palazzo Ferrajoli, nel cuore delle istituzioni, durante il giuramento del Presidente degli Stati Uniti e in una seconda occasione per il sessantesimo dei Trattati di Roma. Nello stesso anno espone in personale a Palazzo Ducale, a Genova.
Il 2018 è l’anno del ricordo. Infatti presso il “museo della città” di Chiari viene ospitata un’importante antologica che racconta in 150 opere i primi trent’anni di ricerca artistica del maestro, e in ottobre sull’onda della mostra clarense viene redatta una monografia dal critico e scrittore Andrea Barretta.
Citiamo un’importante personale ad Amman presso la galleria Orfali molto apprezzata dal Ministro del Turismo.
Molte sue opere fanno parte di collezioni italiane e straniere, alcune riconosciute come patrimonio dei beni culturali italiani.
Tra i numerosi e qualificati riferimenti bibliografici si citano i libri della Giorgio Mondadori della collana “Le Scelte di Puntelli”, numerosi articoli sulla rivista ARTEiN e il Catalogo dell’Arte Moderna dell’Editoriale Giorgio Mondadori dove sono riportate le sue quotazioni che sono in costante aumento.

LIBERO ACCESSO ALLA MOSTRA PER I VISITATORI MUNITI DI BIGLIETTO D'INGRESSO

In base alle attuali disposizioni relative all'emergenza epidemologica da COVID-19 l'accesso alle sale sarà consentito limitatamente ad un numero di persone tale da permettere il rispetto della distanza minima indicata dalle stesse.

Accesso limitato a 10 persone, mantenendo la distanza di 1 metro, uso obbligatorio della mascherina


Informazioni e contatti

Quando:
Dal al
Dove:
Giardini Botanici Hanbury - Palazzo Hanbury
Referente:
info: Cooperativa Omnia
Contatti:
INFO BIGLIETTERIA: Tel. 0184 229507 - info@cooperativa-omnia.com